Un marchigiano pazzo per la Sicilia

Un marchigiano pazzo per la Sicilia

Pubblicato il Pubblicato in Destinazione Sicilia
728x90 Beach

Dalle Marche alla Sicilia

Cari lettori, mi sono chiesta mille volte se io stessa vedendo le bellezze isolane da nativa siciliana ed esaltandomi all’ennesima potenza per le mille cose scoperte, sia un caso singolo o se esistano altri che come me la vivono allo stesso modo.

UK Image Banner 750 x 200

Ebbene no, non sono l’unica perché sono molte le persone che apprezzano questa terra, sia nativi che “continentali”. Questi ultimi mi dicono sempre che la Sicilia al pari di altre bellissime regioni italiane, le batte tutte per la diversità contenuta in se stessa, per i paesaggi che cambiano continuamente e che evocano in sé mille altri paesaggi.

Così una sera, mi sono imbattuta in Matteo, un marchigiano in trasferta a Catania e sentendolo parlare della Sicilia, con quell’esaltazione che è tipica del mio viverla, ho deciso di intervistarlo per voi.

Un marchigiano pazzo per la Sicilia

Ciao Matteo, vorrei raccontassi ai lettori chi sei e come sei arrivato qui in Sicilia.

“Sono uno studente proveniente da Macerata, ho 24 anni e sono arrivato fin qui spinto da due motivi, il primo è che avendo perseguito la Laurea triennale presso l’università di Ancona con una tesi sul Monitoraggio ambientale su un caso studio sull’area etnea, ho deciso di continuare la specializzazione in Scienze geofisiche presso l’Università di Catania, il secondo motivo è che da quando ho trascorso sette mesi in Portogallo per il progetto Erasmus, sono rimasto positivamente colpito dalle condizioni ambientali, il vento secco, il sole, l’aria calda. Così ho deciso di unire l’utile ed il dilettevole ed ho scelto la mia meta, Catania era quella perfetta per i miei studi e per le condizioni climatiche.”

Del Sud Italia, prima della Sicilia, fin dove avevi visitato?

“Avevo visto fino a Napoli, ma capivo che andando più giù, sicuramente avrei trovato ancora di più.”

Come hai trovato la città di Catania e quali sono le tue impressioni?

“Ho trovato la città davvero positiva, c’è molto vita nella strada, puoi confrontarti sempre durante la giornata con ogni persona che incontri, anche mentre fai la spesa. C’è molto scambio umano e ti possono succedere sempre tante cose inaspettate. In breve, i rapporti umani sono molto diretti.”

13391472_1709570672616619_2462058950845948998_o

Cosa hai visitato sino ad oggi della Sicilia?

“Ho visitato tutta la costa jonica e l’area etnea, Trapani con le sue saline ed Erice, Ragusa e Scicli, parte dei Monti Nebrodi e l’isola eoliana di Salina. Quest’ultima l’ho visitata per effettuare un lavoro con l’Università e ne sono rimasto innamorato. Spero di poter viaggiare ed esplorare la Sicilia quanto più possibile.”

Un marchigiano pazzo per la Sicilia
Etna
Un marchigiano pazzo per la Sicilia
Isole Eolie
Un marchigiano pazzo per la Sicilia
Isole Eolie
Erice

Matteo, cosa in assoluto esalteresti della Sicilia?

“Assolutamente esalterei la Qualità della Vita, in termini di cibo e clima…e penso che anche sei hai uno straccio di lavoro, viste le difficoltà odierne, qui potresti vivere bene, e spesso riportando questa considerazione ad un siciliano, me ne dà ragione.”

Beh, credo che Matteo abbia assolutamente ragione, spesso solo per avere un buon clima, la nostra mente riesce a reagire positivamente alle condizioni negative, se poi ci metti questa gioia di vivere che è tipica della gente del sud, tutto è superabile. Entrambi abbiamo riscontrato che vivere qui è Pura Energia. 

Infine ci raggiunge Luigi, anche lui marchigiano, e qui a Catania per studio ed aggiunge: “Quando ho visto la Sicilia, ho capito che tutto è ancora possibile”.

Auguro a Matteo di trovare la sua dimensione lavorativa qui da noi, seguendo la sua passione, sospinto da quest’energia che sicuramente gli porterà fortuna.

Welcome to Sicily 🙂

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *