Destinazione SiciliaPalermo e provincia

Cefalù, uno dei borghi più belli d’Italia

Alla scoperta di Cefalù

Cefalù, me la ricordavo durante una visita da ragazzina, le cose che mi erano rimaste impresse erano la maestosa cattedrale del Duomo che illuminata dai raggi del sole sembrava  di oro e gli scogli sul mare che accerchiavano in parte la cittadina. Del resto non avevo ricordo, così mi è venuta la curiosità di rivisitarla a distanza di tempo per vedere se i ricordi che conservavo erano uguali.

Cefalù sorge sulla costa settentrionale della Sicilia, in provincia di Palermo ed appartiene al circuito dei borghi più belli d’Italia. E’ una famosa meta turistica, tappa per tutti coloro che visitano l’area intorno Palermo.

Entrando nella cittadina subito ho notato i famosi scogli chiari sul mare che erano nella mia memoria, poi ho scoperto l’esistenza di una cinta muraria megalitica, che si trova lungo la scogliera della Giudecca (Postierla) e presso l’antica Porta Terra (Piazza Garibaldi). Essa è interposta tra la cittadina ed il mare, ed è costituita da grandi blocchi e da torrette che conferiscono a Cefalù, la caratteristica di una fortezza fabbricata sugli scogli.

 

 

 

Non ricordavo la bellissima spiaggia ed il porticciolo pittoresco.

 

Percorrendo le affollatissime strade di Cefalù, ricca di ristoranti, bar e negozi di artigianato locale, antiquariato e abbigliamento , infine sono arrivata alla Cattedrale del Duomo che poco prima del tramonto era illuminata dal sole, regalandomi nuovamente quel ricordo “oro” che avevo. La cattedrale fu costruita in epoca normanna per volontà di Ruggero II. Non sono chiare le motivazioni per cui Ruggero II volle costruire tale chiesa in questa piccola città, anziché a Palermo, capitale del suo regno. La leggenda narra che la costruì per sciogliere il voto per la grazia ricevuta per essere uscito vivo da una tempesta che lo fece approdare proprio a Cefalù.

La Cattedrale è una sintesi della fusione tra cultura normanna ed islamica, dal momento che fu realizzata da architetti e maestranze islamiche, infatti la sua architettura richiama  fortemente quella maghrebina dei palazzi-fortezza ziriti ed hammaditi.
L’interno della cattedrale è ricco di favolosi mosaici su fondo oro con scritte in latino e greco e dall’immagine di Cristo Pantocratore.

Accanto alla cattedrale, vi è anche un chiostro.

La Cattedrale del Duomo è sovrastata dalla Rocca Cefalù, un’altura di circa 270 mt. In cima alla rocca sorge un edificio con struttura megalitica costituita da blocchi non cementati tra loro, conosciuta come il “Tempio di Diana”. Inoltre, esistono i resti di un castello e delle cinta murarie costruite in periodo normanno a difesa degli attacchi via terra.

Da quassù ho assistito ad un bellissimo tramonto sul mare.

Vale la pena visitare Cefalù perché è viva e ricca di scorci meravigliosi di cui non perdete:

  • Gli edifici antichi :Palazzo Maria in piazza Duomo, Osterio Magno in Corso Ruggero, Palazzo Piraino.
  • Il Museo Mandralisco che custodice un ritratto d’ignoto di Antonello da Messina.
  • Il bellissimo barocco della Chiesa del Purgatorio, con cripta che custodisce cadaveri essiccati.
  • Il Lavatoio medievale, scavato nella roccia e nel quale scorre il fiume Cefalino, che sorge ad un’altitudine di 1000 mt e percorre 12 km sotterranei. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *