Destinazione SiciliaTrapani e provincia

Trapani, città del sale e della vela

Trapani, città del sale e della vela

Trapani da scoprire

Trapani ha un appeal speciale, non conquista con la sfarzosità, ma conquista con la sua atmosfera di serenità, invitando a scoprirne tutti i suoi gioielli artistici e culinari.

La città è posizionata nella Sicilia occidentale, ed è chiamata anche “città tra i due mari”, data la sua conformazione simile ad una falce bagnata dal Mediterraneo.

La città ha molte chiese e palazzi signorili da visitare,  tra queste valgono una visita i seguenti monumenti:

  • la Cattedrale di San Lorenzo, con una facciata barocca del ‘700 caratterizzata da archi, al cui interno è possibile ammirare il dipinto della Crocifissione, attribuito a Van Dyck;
  • la Chiesa di San Pietro, la cui particolarità è l’organo composto da quattromila canne;
  • il Palazzo della Giudecca, del XVI secolo, in stile plateresco, nell’antico quartiere ebraico della Giudecca;
  • il Palazzo Senatorio, Palazzo Cavaretta, caratterizzato da due orologi nella sua facciata insieme a statue della Madonna di Trapani, di San Giovanni Battista e Sant’Alberto;

La cosa che mi ha affascinato molto è stato percorrere la via Torre Arsa, ricca di negozi e qualche ottima  enoteca e giungere alla bellissima Piazza del Mercato del Pesce  e da qui proseguire verso ovest percorrendo le Mura di Tramontana, che altro non erano che delle mura di fortificazioni costruite nel ‘500 durante la dominazione spagnola. E’ lunga un chilometro e si conclude al Bastione Conca. Lungo questo passeggio si può ammirare la bellezza del mare e quando si arriva ben distanti dal centro storico, voltandosi, si può vedere la bellezza da cartolina di questa città.

Consiglio la passeggiata all’ora del tramonto.

La città è caratterizzata da molte architetture militari, tra cui il sopraccitato Bastione Conca, la Torre di Ligny, al cui interno vi è il museo della Preistoria, le altre fortezze quali il Castello della Colombaia sull’omonima isola, si trovano in stato di abbandono.

Trapani, città del sale e della vela

Altra ricchezza della città infine è la Riserva naturale integrale Saline di Trapani e Paceco, con una fauna e flora importante, gestita e protetta dal WWF. Anche per la visita delle Saline consiglia l’ora prima del tramonto, per  poter ammirare tutta la magia di questo luogo.

Inoltre, per la favorevole posizione geografica, la città ha sempre buone condizioni di vento, tanto che ha ospitato alcune fasi dell’America’s Cup.

Consigli:

Mi sento di consigliare un’ottima pasticceria che si trova proprio vicino al Palazzo della Giudecca, che vanta una serie di dolci di rara bontà dei F.lli Renda, un panificio che sforna meraviglie è il Panificio Oddo e per cenare consiglio il ristorante 210 grammi.

Infine se volete ammirare o volete acquistare un manufatto in corallo, potete recarvi presso la Bottega del Corallo.

L’idea che mi sono fatta di Trapani è che si tratta di una città a misura di uomo, senza molto traffico, legatissima al mare e ai suoi venti, e con tramonti sul mare da sogno.

E se non vi basta visitare la bellissima Trapani, potrete in men che non si dica visitare anche le vicine Erice e Marsala.

 

Note: L’aeroporto più vicino è Trapani Birgi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *